Le derive dell’immaginario

Le stagioni della follia

Paolo Portone

portone_unguentomagico_00L’unguento magico e il volo notturno delle streghe

Nei racconti popolari, così come nella tradizione favolistica colta, fino alle più recenti trasposizioni cinematografiche di celebri fiabe, la figura della strega ha di continuo esercitato un ruolo centrale assommando in sé tutte le caratteristiche negative della devianza…


Paolo Aldo Rossi – Horror et amor diabolicus

rossi_fantasiepsicopatiche_00Le fantasie psicopatiche delle streghe

Comincia una serie di interventi del professor Paolo Aldo Rossi (Ordinario di Storia del Pensiero Scientifico presso l’Università di Genova, Direttore scientifico di Airesis) volti a delineare una storia critica della stregoneria e dell’inquisizione. I diversi interventi…

rossi_unguentovolare_00L’unguento per volare al sabba

Prosegue la serie di interventi del professor Paolo Aldo Rossi sulla genesi e lo sviluppo della stregoneria in occidente. In questo secondo articolo si analizzano i collegamenti tra il volo notturno per recarsi al sabba, di cui raccontavano le stesse “streghe”…

rossi_tempitolleranza_00I tempi della tolleranza

Nell’alto medioevo il tono della cultura giuridica, sia civile che religiosa, è sostanzialmente conforme alla concezione che la credenza nella stregoneria sia una forma di ignorante e perversa superstizione; e che, di conseguenza, vada trattata…

rossi_prologorepressione_00Il prologo della repressione

In questo e nei prossimi lavori saranno via via esaminate le caratteristiche del fenomeno e le sue ragioni di ordine culturale, giuridico, dottrinario, psicologico e socio-economico. Nel 1233, con la bolla Vox in Rama di Papa Gregorio IX…

rossi_iniziodramma_00L’inizio del dramma persecutorio

Per un lungo periodo, i dubbi sul carattere ereticale delle pratiche legate alla stregoneria, fecero sì che le condanne fossero miti e rette dal buon senso e dalla tolleranza. Nei Registri dell’inquisitore Jacques Fournier, che risalgono alla prima metà del ‘300…

rossi_malleusmaleficarum_00Il Malleus maleficarum

Con la bolla Summis desiderantes Affectibus, promulgata il 5 dicembre 1484, papa Innocenzo VIII autorizza di domenicani Heinrich Institor e Jakob Sprenger a ricercare e quindi “punire, incarcerare e correggere” le persone resesi colpevoli di stregoneria…

rossi_rapportoetnico_00Il rapporto etnico-culturale

Secondo la tesi prevalente tra gli storici, la stregoneria fu un mito costruito dal potere religioso, il frutto necessariamente scaturito dalle imperanti teorie demonologiche. Questa posizione si scontra con le ipotesi di quegli antropologi che all’origine della persecuzione…

rossi_tempinegati_00I tempi negati alla speranza

Alla domanda “Donde proviene la strega?” Jules Michelet risponde: “Essa proviene dai tempi negati alla speranza” alludendo la disperazione dovuta alla miseria spirituale e materiale che stigmatizza l’Europa del XIV secolo. Ma i tempi negati alla speranza…

rossi_tortura_00Il tema della tortura

La storiografia liberale ha individuato nell’uso della tortura giudiziaria lo strumento capace di edificare e sorreggere da solo il mito della stregoneria, l’unica fonte cui far risalire le confessioni degli inquisiti e l’ossessione diabolica del tempo delle persecuzioni…


Paolo Aldo Rossi

iconaLe donne son venute in eccellenza

Ma non si tratta – verrebbe da chiedersi – di quello stesso Ariosto che nella Satira Terza aveva insinuato il dubbio che la donna fosse un fanciullo-adulto, ovviamente scriteriato, quindi pericoloso, la quale deve essere diretta dal maschio, in quanto inca­pace da sola di condursi  …


Sonia Maura Barillari

cop

Il vescovo e le mulierculae

La premessa… secondo la quale le streghe in realtà non esistono… è una presupposizione bizzarra… un esempio lampante di pregiudizio puro, di quel genere che gli antropologi di solito badano bene di evitare quando affrontano altre istituzioni soprannaturali…


Ottavio Olivieri

olivieri_magieinquisitore_00L’inquisizione e le streghe. Le magie dell’inquisitore

Alla fine del XV secolo si assiste ad un brusco inasprimento della famigerata “caccia alle streghe”. Alle caute norme del Canon Episcopi – che considerava eretico affermare la reale esistenza della stregoneria si sostituisce il terribile Malleus Maleficarum…


Marta Gianni

gianni_diavolobello_00Il diavolo bello. L’eccezione di uno stereotipo

Nonostante appaia spesso come figura orrorifico-animalesca, il diavolo assume altrettanto spesso, a partire dalle configurazioni dei succubi meridiani via via, attraverso talune deposizioni di processi per stregoneria, un aspetto gradevole…


Luciano Pirrotta

pirrotta_bufotenina_00La bufotenina a fior di pelle. Il rospo nei rituali satanici

È stato scoperto ormai da tempo che dalle ghiandole della pelle dei rospi è possibile ricavare un composto allucinogeno, chiamato comunemente bufotenina. Ma per comprendere i motivi per cui nella tradizione magica il rospo è anche Signore del Sabba…


Raniero Orioli

orioli_bestemmie_00Bestemmie e gioco d’azzardo nel medioevo

Giocatori d’azzardo e bestemmiatori in un manoscritto inedito dell’Inquisizione di Bologna alla fine del ‘300, che ci offre la possibilità di conoscere un mondo altrimenti destinato a non lasciare traccia di sé. Le espressioni usate dagli inquisiti, le leggi…


Michele del Re

delre_satanismonewage_00Satanismo e new age

La new age, l’Età dell’Acquario, il post-capitalismo altruista ed ecologico, l’età dell’incontro e della pace tra gli uomini.. Eppure proprio agli inizi della sperata era nuova, determinata dalla costellazione e dalla buona volontà, in tutto il mondo occidentale…


Walter Catalano

catalano_sbattimostro_00Sbatti il mostro in prima pagina. Charles Manson e la fine del movimento hippie

San Francisco, 6 0ttobre 1967, la cosiddetta Summer of Love è ormai definitivamente terminata, nell’allora celebre quartiere di Haight-Ashbury – mecca della controcultura e dell’underground – si celebra il funerale di Hippie, figlio dei mass media…

Annunci